Carrello
Prodotti
Legno
Ceramica
Metalli
Varie
Tessuto
Gastronomia
Copie d'Autore
Vetro
Preziosi


 
Turismo
Navelli
(AQ) 

Italia
Artigianato
ABRUZZO
L'Aquila
Navelli
Eventi
Arte e Cultura
Dove mangiare
Dove dormire


   
 
   
Informazioni Generali
Abitanti Livello sul mare
Navellesi n. 614 760
Cap Prefisso
67020 0862
Sito Ufficiale: E-mail
www.comunenavelli.it c.navelli@tiscalinet.it


Cenni storico - culturali

Reperti rinvenuti alla fine del secolo scorso attestano che già in epoca arcaica nella zona vi era un insediamento.
Il comune di Navelli, infatti, città vestina di origine antichissima, è stato uno tra i castelli che contribuì all'edificazione della città di L'Aquila. Intorno al castello si è sviluppato il borgo medievale, caratterizzato dalle tipiche case-torri.
Navelli, ancora oggi, conserva integro l’impianto medioevale, assestatosi intorno alla fortezza sommitale vanta numerose bellezze architettoniche disseminate tra tipiche case-torri. Strade strette a cordonata, attraversano l’intero paese ai cui lati delle quali s’innalzano antichi edifici che convergono verso il bel palazzo “castellano” qual è il palazzo Santucci.




Cenni geografici

Navelli, da ''nava'' che vuol dire conca, in evidente riferimento alla sua posizione geografica, è un antico borgo medioevale che sorge nella provincia L’Aquila ed è legato ai percorsi della Transumanza e dà il nome all'altopiano. Il paese ha ovunque segnali dell'architettura medievale: edifici, balconi e bellissime decorazioni. Il centro è formato da viuzze e qui s’incontra il palazzo castellato e la parrocchia di San Sebastiano. Qui è custodita una croce del Trecento.
Passeggiando per il paese s’incontrano diversi palazzi rinascimentali, fino ad arrivare ad un bellissimo panorama sulla piana arricchito in primavera da un ineguagliabile scenario di mandorli in fiore e ad inizio autunno dalla fioritura del crocus sativus che rende i campi straordinariamente carichi di inediti colori. Solo lì, su quell'altopiano a più di settecento metri di altezza si riesce a produrre dei frutti dal particolare profumo e dalla particolare fragranza: lo zafferano ovunque famoso per le sue eccezionali qualità



Da vedere
Palazzo Santucci-Chiesa Parrocchiale di S.Sebastiano-Chiesa di S. Maria in Cerulis Chiesa del Rosario e organo settecentesco-Cappella San Pasquale-Chiesa di San Rocco-Chiesa della Madonna del Suffragio- Mostra permanente “Contesto – Contaminazioni tra arte e territorio”- Chiesa della Madonna delle Grazie (Civitaretenga)-Convento e Chiesa di S.Antonio (Civitaretenga)-Chiesa di Sant’ Egidio (Civitaretenga)-Chiesa di San Rocco (Civitaretenga)-Ghetto ebraico (Civitaretenga)-Torre Medioevale (Civitaretenga)

Manifestazioni e Spettacoli
20 gennaio: San Sebastiano
1° domenica di maggio: Madonna del Gonfalone con l’evento della “panarda” (distribuzione di pani benedetti)
13 giugno: Sant'Antonio da Padova (Civitaretenga)
20 e 21 agosto: Sagra dei ceci, dello zafferano e Palio degli asini
2° domenica di settembre: Madonna dell'Arco (Civitaretenga)
1°domenica di ottobre: Madonna del Rosario e Sant'Antonio Abate


© copyright Leto srl - contact: info@fullarte.it  Condizioni di vendita