Impruneta
  
 
  Carrello
Prodotti
Legno
Ceramica
Metalli
Varie
Tessuto
Gastronomia
Copie d'Autore
Vetro
Preziosi


 
Artigianato
Provincia - Arezzo

Italia
TOSCANA
Arezzo
Turismo


   
 
   

In Toscana gesti e sapori secolari si sono trasformati nel tempo in tradizione locale, poi continuata nei laboratori degli artigiani e nei sapori della cucina della provincia di Arezzo. Ed ecco, allora che il ferro viene battuto nel Casentino (Stia, Ortignano), i merletti al tombolo ricamati a Sansepolcro, l’oro cesellato ad Arezzo, le ceramiche a Monte Savino ed a Cortona.
Cortona è anche famosa per il suo fiorente artigianato del legno, da cui falegnami e intagliatori ricavano ogni genere d’oggetti legati sia all’uso domestico che alle attività agricole. Mentre ad Anghiari, divenuta celebre per la battaglia del 1440 tra fiorentini e viscontei, nelle piazzette e nei suoi vicoli si trovano botteghe antiquarie e laboratori di restauro del mobile, così come a Poppi, Loro Ciuffena e Forano della Chiana operano abili restauratori del mobile antico.
Quando si parla di oro in Toscana, ed in particolare ad Arezzo bisogna tornare ai tempi degli Etruschi. L’origine del legame fra Arezzo e la tecnica di lavorazione orafa etrusca, che sopravvive ancora oggi, sono quindi molto lontane. Nei laboratori orafi si creano preziosi monili di squisita fattura, ma anche sopramobili di autentico valore artistico richiesti da collezionisti di tutto il mondo.
A Monterchi, preso il monastero di S. Benedetto sono prodotti ricami, tende, tovaglie ed icone sacre. Nelle città di Arezzo, Stia, Ponte a Poppi, Soci sono ancora in attività telai antichi, dove operano, con procedimenti di un tempo, ancora artigiani occupati nella produzione tele, stoffe e che hanno la pregevolezza del “realizzato a mano”.
A Tavernelle di Anghiari un esperto liutaio costruisce strumenti molto stimati in Europa ed anche negli Stati Uniti.
Ad Arezzo, Castel s. Nicolò, monte S. Savino, San Sepolcro incontriamo artigiani della ceramica che lavorano ancora con l’antica lavorazione dell'ingobbio, dipinti poi con i colori tipici dello sfondo giallo con la margherita stilizzata in verde e marrone. Producono inoltre riproduzioni delle maioliche medioevali Toscane quali sono i piatti da parete, orci, albarelli.
ENOGASTRONOMIA
La gastronomia della provincia di Arezzo si basa su ricette semplici e genuine. A Cortona, considerata la vera patria della bistecca alla fiorentina si trova l’ottima carne di razza chinina. Nel mese di Agosto a Cortona si svolge la Sagra della bistecca. Ottimi sono i formaggi quali il pecorino e la ricotta di pecora di Loro Ciuffena. Dolci: il castagnaccio, Crostata di ceci. Vini: Chianti Colli Aretini è un vino DOCG la cui produzione è consentita nella provincia di Arezzo ed il Bianco Vergine di Valdichiana. Molto apprezzati sono i liquori distillati dai frati dell’Eremo di Camaldoli.



© copyright Leto srl - contact: info@fullarte.it  Condizioni di vendita