Impruneta
  
 
  Carrello
Prodotti
Legno
Ceramica
Metalli
Varie
Tessuto
Gastronomia
Copie d'Autore
Vetro
Preziosi


 
Artigianato
Provincia - Massa Carrara

Italia
TOSCANA
Massa Carrara
Turismo


   
 
   

Carrara, capitale mondiale dell'estrazione e lavorazione di marmi, è una realtà produttiva unica al mondo che ha fatto del territorio di una leggenda. Basta scorgere le cime delle Alpi Apuane, così bianche da sembrare innevate anche d'estate, per voler rendere Carrara unica al mondo.
La provincia di Carrara è innanzitutto un fitto tessuto di laboratori artigianali in cui la lavorazione artistica del marmo ha ancora la sua forte incidenza e valenza culturale ed economica. A seconda della destinazione d'uso il marmo viene tagliato, “modellato” e scolpito; cambiano inoltre gli strumenti di lavoro: diventano sempre più manuali via via che l'oggetto assume i tratti del complemento d'arredo, dell'oggetto decorativo per la tavola, per la cucina, per il salotto e quant'altro il designer e l’artigiano siano in grado di scolpire e ricavare dal monolite di marmo. E’ stato istituito, nel 1982 allo scopo di documentare e valorizzare la cultura locale del marmo, il Museo Civico del Marmo a Carrara. La marmoteca comprende oltre 300 litotipi in parte lucidati e in parte levigati dei più importanti marmi, granite e pietre ornamentali provenienti dall'Italia oltre a 100 tipi di marmi estratti nelle Alpi Apuane. Oltre Massa e Carrara, anche Avenza, è centro di produzione d’oggetti di marmo. Le produzioni artistiche medievali trovano la loro massima espressione nella scultura lignea a Villafranca in Lunigiana dove la progettazione e la costruzione di mobili per arredamento, restauro e commercio d’antichità. osservano le più antiche tecniche costruttive, rispettando rigorosamente lo stile. Rilegature artistiche carta a Pontremoli. I pellami hanno avuto larga applicazione nelle produzioni d’uso contadino e pastorale, ed ancora oggi i manufatti di pelle e cuoio sono presenti sul mercato con un ruolo non certo marginale a Gragnana.
ENOGASTRONOMIA
Gustosa ed apprezzata è la mortadella della Lunigiana: grosso salame che proprio per le sue dimensioni prende il nome di mortadella, mentre a Podenzana si può assaggiare il panigaccio tipico pane che deve la sua tipicità alla tecnica di trasformazione ed ai particolari materiali utilizzati nel corso della lavorazione e della cottura, la quale avviene negli appositi testi di terracotta. A Colonnata nasce il caratteristico ed esclusivo prodotto "il lardo di colonnato" frutto di antica tradizione e secolare esperienza; considerato fino ad epoca recente il companatico "povero" dei cavatori che lo affettavano sottilmente per metterlo nelle pagnotte accompagnato con pomodoro. Singolare è la produzione del Pecorino della Costa Apuana: legata all’impiego di latte di pecora massese, ed alla lavorazione, che segue una tecnica tradizionale. Dolci: Spongata della Lunigiana: torta dolce di forma circolare e colore rosato, ramain, canestrelli, crescentine. Per quanto riguarda i vini, si possono gustare il Candia rosso, il Bianco di S. Terenzio della Lunigiana, Vermentino bianco e il Candia da dessert. Gradevole è l'Amaro Clementi elixir di Fivizzano. È un liquore amaro a base di china e altre erbe officinali che vengono miscelate secondo un’antica ricetta senza l’aggiunta di addittivi né di coloranti.



© copyright Leto srl - contact: info@fullarte.it  Condizioni di vendita