banner
  
 
  Carrello
Prodotti
Legno
Ceramica
Metalli
Varie
Tessuto
Gastronomia
Copie d'Autore
Vetro
Preziosi


 
Turismo
Provincia - Perugia

Italia
Artigianato
UMBRIA
Perugia


   
 
   
Superficie Abitanti
6.334 km 597.470
Sito web
www.provincia.perugia.it

Cenni storico - culturali

La Provincia di Perugia, crocevia tra nord e sud, è situata tra mare Adriatico e Tirreno ed ha visto scorrere più di tre millenni di storia sul suo territorio. I ritrovamenti preistorici rivelano presenze già risalenti al Paleolitico e al Neolitico. Numerose testimonianze sono conservate nel Museo Archeologico di Perugia. Nelle necropoli di Monteleone di Spoleto, inoltre, sono state trovate tracce di sepolture a incinerazione del periodo di transizione tra l’età del bronzo e quella del ferro. Agli inizi del primo millennio a.C. un’ondata migratoria porta in questa zona dell’Italia centrale gli Osco-Umbri. Nel 295 a.C. dopo la battaglia di Sentino ci fu la conquista dei Romani, che vi stanziarono alcune colonie e ne attraversarono il territorio con la via Flaminia (220 a.C.). Vi ebbe luogo la battaglia del Trasimeno durante l'invasione di Annibale nel corso della seconda guerra punica e Perugia fu distrutta durante la guerra civile tra Marco Antonio e Ottaviano nel 40 a.C.. Con la decadenza dell'impero Romano, il territorio fu devastato dalle orde barbariche che calarono nella penisola. Nel VI secolo d.C., fu teatro di scontri sanguinosissimi tra l'esercito di Bisanzio e quello dei Goti guidati da Totila.
Una nuova ondata di barbari germanici – i Longobardi – investe l’Italia centrale. La conquista longobarda modifica, in modo stabile e radicale l’assetto della provincia, con la costituzione del Ducato di Spoleto nel 571. Con le donazioni di Pipino il Breve e di Carlo Magno i territori umbro-bizantini e il Ducato di Spoleto entrarono a far parte dei possedimenti della Chiesa, Tra la fine del secolo XI e il principio del XII, si vennero formando in Umbria potenti Comuni. Uno dei principali di essi fu Perugia, Nel XIV secolo le città umbre furono soggette a diverse signorie. Tra queste i Baglioni a Perugia, i quali svilupparono l’attività dell’Università e diedero impulso all’editoria.
La storia continua sotto la diretta giurisdizione dello Stato della Chiesa fino al 1798. Papa Pio VI è deportato in Francia. Napoleone unisce la Repubblica Romana al Regno d'Italia. Il 14 Marzo 1800 fu nuovamente riunito allo stato pontificio per poi, nel 1809, tornare nell’impero francese. Caduto Napoleone (anno 1815), si passò nuovamente allo Stato della Chiesa. Il 1831 è l'anno delle insurrezioni su tutto il territorio italiano. L'Umbria divenne definitivamente italiana nel 1860: anno in cui, la storia dell'Umbria fa parte della storia generale d'Italia.



Cenni geografici

La Provincia di Perugia è la più estesa dell'Umbria, di cui occupa i due terzi del territorio. Il suo capoluogo è Perugia. La provincia si estendeva in tutto il territorio umbro sino al 1927, anno d'istituzione della Provincia di Terni.
Il paesaggio locale è uno dei più interessanti e vari d'Italia dal punto di vista naturalistico. Alla catena appenninica si aggiungono le pianure interne, i ripidi burroni, la dolcezza delle colline, ed ancora laghi, cascate ed estese foreste che rappresentano l'ultimo rifugio per alcune specie tra le più rare della fauna italiana, come il lupo, il gatto selvatico e l'aquila reale.
Il paesaggio è contrassegnato da un ricco patrimonio culturale, sociale e monumentale immerso in una natura rigogliosa e integra. Il 13% del territorio regionale è costituito da aree naturali protette: Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Parchi regionali del Monte Cucco, Monte Subasio, Colfiorito, il Lago Trasimeno, Tevere e Nera.






© copyright Leto srl - contact: info@fullarte.it  Condizioni di vendita